Emulazione sistemi legacy (VAX, ALPHA, SPARC)

Alcuni  dei sistemi  strategici  della  tua  azienda  girano  su  sistemi legacy?

Oggi potrebbero non essere più in “buone mani”: i problemi causati dall’utilizzo di hardware fuori produzione e con difficoltà di manutenzione  possono  provocare  pericolosi  fermi delle  attività,  un aumento dei costi o, nei casi più estremi, la definitiva non usabilità del software.

È una situazione di grave rischio che riguarda molte aziende come la tua. Salva una volta per tutte le tue applicazioni business e mission-critical nel modo più semplice e veloce. Solve.it ti aiuta a migrare applicazioni e dati originali con le tecnologie di virtualizzazione in ambiente Microsoft Windows, già sperimentate con successo in aziende di settori come automotive, difesa, grande distribuzione, alimentare e farmaceutico.

  • Migrazione in 48 ore durante il weekend
  • Piena sicurezza
  • Nessuna interruzione delle attività
  • Minimo impatto sul personale
  • Licensing semplificato

VAX

Sistema cluster di due VAX 6410 , migrazione su Charon effettuata a Marzo 2006

ALPHA AXP

Cluster di due AlphaServer GS1280, migrati su Charon a Luglio 2006

VAX

Sistema VAX 3400, migrato su Charon ad Ottobre 2008

AXP

Cluster di sue DS20, Storage EVA, migrato su Charon a Gennaio 2011

VAX

Sistema VAX Station 3100, migrato su Charon a Novembre 2006

AXP

Cluster di sue DS20E, Storage MSA1000, migrato su Charon a Giugno 2011

VAX

Cluster di sistemi VAX 4000-108, con storage HSJ, migrati su Charon ad Ottobre 2009

AXP

Cluster di sue AS400, Storage SCSI , migrato su Charon ad Agosto 2005

     IL PROBLEMA

 

Nel mondo dell’informatica ci sono a volte situazioni in cui anche il più esperto responsabile di IT  trova difficile stabilire  cosa sia meglio fare.

Un caso tipico è  quello in cui ci sono applicazioni sviluppate alcuni anni prima, che rispondono ancora bene agli scopi per cui erano state sviluppate, sulle quali esiste una conoscenza consolidata nel tempo  e che quindi non si prevede di sostituire con altre che alla fine farebbero  più o meno le stesse cose. Il vero problema è che quasi tutte funzionano su hardware  e  software proprietari che la dinamica del mercato, portando ad una progressiva concentrazione dei principali produttori di informatica, ha reso obsoleti.

Un esempio classico in tal senso è quello dei sistemi  VAX e AlphaServer, ideati e prodotti dalla Digital Equipment Corporation, che venne assorbita nel 1998 dalla Compaq a sua volta confluita nel 2002 nella Hewlett Packard.

Dal 1977 è stato prodotto un largo numero di sistemi VAX  dotati del primo sistema operativo a 32 bit, il VMS : oggi si stima che siano  ancora attivi nel mondo oltre 200.000 sistemi VAX, usati per le più svariate applicazioni  e quasi tutte “mission critical”.

Le motivazioni principali dell’esistenza di sistemi VAX  in ambienti di produzione vanno cercate nella  stabilità leggendaria dei VAX e del sistema operativo VMS utilizzati a   supporto di applicazioni tipicamente legate alla gestione di impianti di complessità molto elevata.

L’elevata affidabilità dei VAX (il ciclo di testing in fabbrica era uno dei più severi al tempo), unita a particolari accorgimenti, quali ad esempio evitare lo spegnimento, ha permesso a molti utenti di continuare ad utilizzarli in ambienti di produzione anche in assenza di servizi di manutenzione.

L’annuncio della fine della produzione dei sistemi VAX, avvenuto nel 2000, non ha creato gravi problemi alle applicazioni i cui sorgenti erano ancora disponibili, perché queste avrebbero potuto migrare con notevole vantaggio prestazionale ai sistemi AlphaServer con OpenVMS,  l’evoluzione a 64 bit del sistema operativo VMS, oltre ovviamente alla versione Unix Tru64.

L’annuncio della fine della produzione dei sistemi AlphaServer per fine ottobre 2006, ed il raggiungimento della data di fine supporto per il 2011,  sta  ponendo ai responsabili di IT il problema dell’identificazione a medio termine della soluzione più adeguata per evitare un costoso sviluppo di una nuova applicazione basata su nuovo hardware e software.

     LA SOLUZIONE

 

Esiste una soluzione, sviluppata da esperti conoscitori del mondo VAX e AlphaServer e già usata da migliaia di clienti nel mondo, che permette di emulare perfettamente i sistemi VAX e AlphaServer, sia VMS che Tru64 su piattaforma “Industry Standard”, cioè su un qualsiasi server basato su processori Intel oppure AMD.

Concettualmente, questa soluzione permette di creare su un sistema ospite con sistema operativo Window o  Linux una macchina virtuale in grado di eseguire le istruzioni della macchina  VAX e della macchina Alpha.

Si tratta di una emulazione Hardware, indipendente dal sistema operativo e dai prodotti layered utilizzati. La soluzione è stata sviluppata da un gruppo di Engineerig di Digital, certificata con la stessa suite di certificazione utilizzata dall’Engineering Digital qunado veniva rilasciato sul mercato un nuovo modello di VAX o di Alpha.

Dopo aver costruito la macchina virtuale, specificando le risorse di CPU, memoria RAM, periferiche di tipo disco ed eventualmente nastro, si può procedere all’installazione del sistema operativo e dei prodotti layered partendo dai kit originali,  oppure si possono riposizionare mediante una copia sia il disco sistema che i dischi contenenti  i dati.

In pratica, il riposizionamento di una  applicazione complessa in ambiente standard ha la stessa complessità e richiede gli stessi tempi della attività di sostituzione di un sistema VAX oppure Alpha con un nuovo modello Hardware.

La soluzione è completamente legittima ed è sia riconosciuta che completamente supportata sia da HP (VMS, TRU64) che da Oracle.  Eventuali contratti di supporto software possono essere spostati dalla macchina fisica alla macchina virtuale.

Tutti i prodotti e le applicazioni  presenti sul sistema fisico saranno disponibili in ambiente virtuale, con piena funzionalità. Anche il Cluster di Digital  sarà disponibile sia in ambiente VMS che in ambiente Unix.

     I PRODOTTI

 

I prodotti Stromasys permettono di realizzare una virtualizzazione di sistemi in modalità “cross platform”. In questo modo i cosiddetti sistemi “legacy”, ad esempio i sistemi Alpha di Digital/Compaq degli anni ’90, possono essere virtualizzati utilizzando sistemi moderni “industry standard”. Il sistema operativo, il software di base (in terminologia Digital, i prodotti layered) e le applicazioni possono essere riposizionati sulla nuova piattaforma senza alcuna modifica.

L’applicazione di emulazione si presenta al software OpenVMS esattamente come un hardware Digital originale, permettendo di eseguire senza nessuna modifica il sistema operativo, i prodotti layered e le applicazioni. La compatibilità è così accurata da permettere ai sistemi emulati di eseguire la stessa diagnostica hardware dei sistemi fisici originali.

I prodotti di emulazione/virtualizzazione realizzati da Stromasys per le macchine Digital hanno tutti il prefisso Charon (Caronte), a causa della passione del fondatore dell’azienda, Robert Boers,  per la mitologia greco/romana.

La famiglia di prodotti Charon è stata certificata con gli stessi test (AXE) eseguiti da Digital/Compaq/HP nelle fasi di certificazione dei nuovi modelli di VAX ed Alpha.

Il software Charon permette il riutilizzo di tutto il software applicativo attualmente funzionante sul server legacy senza modifiche al codice sorgente; il prodotto inoltre consente il riutilizzo di tutte le periferiche (Terminali, Printer,ecc.) attualmente collegati alla rete locale di tipo Ethernet facente capo ai VAX oppure agli Alpha.

In particolare, la macchina emulata Charon si basa su una tecnologia HAL (Hardware Abstraction Level), una interfaccia di astrazione che permette di aggiungere in modo completamente trasparente il supporto per dispositivi allo stato dell’arte per sistemi originali costruiti molti anni prima del rilascio di nuove tecnologie. Ad esempio, è possibile realizzare sistemi virtuali con sistema operativo OpenVMS V7.3-2 su hardware Industry Standard di qualsiasi costruttore, con storage posizionato su una SAN (Storage Area Network) di qualsiasi Brand Industry Standard, con interfaccia FC (Fiber Channel), utilizzando Ethernet a 10GB e dischi SSD.

Ovviamente, non esistono driver specifici ed il relativo supporto nel sistema operativo legacy per queste nuove tecnologie, che sono integrate in modo completamente trasparente dalla tecnologia HAL.

     CHARON-VAX

 

I prodotti Stromasys della famiglia Charon-VAX permettono di realizzare dei VAX virtuali ospitati da sistemi “Industry Standard” Windows oppure Linux. I sistemi virtuali possono essere installati in ambiente VMware.

Il sistema operativo, i prodotti layered e le applicazioni vengono trasferite sui nuovi sistemi senza necessità di eseguire qualsiasi tipo di modifica, e con performance eccezionali.

È possibile realizzare qualsiasi configurazione supportata dai sistemi operativi dei sistemi VAX originali, come ad esempio configurazioni Cluster DSSI e CI, LAVC etc.

Il sistema emulato è in grado di utilizzare, in modalità completamente trasparente, tutte le tecnologie disponibili ed utilizzabile dal sistema ospite, come ad esempio dischi su SAN, Ethernet a 10Gb, collegamenti in Fibra Ottica.

Grazie a questa funzionalità, è possibile realizzare configurazioni in modalità Disaster  Recovery. I sistemi Charon-VAX sono riconosciuti e supportati da HP.

     CHARON-AXP

 

I prodotti Stromasys della famiglia Charon-AXP permettono di realizzare sistemi Alpha virtuali ospitati da sistemi “Industry Standard” dotati di sistema operativo Windows o Linux anche in ambiente VMware . Una specifica tecnologia di Stromasys permette di utilizzare in parallelo i core disponibili sul sistema ospite per parallelizzare attività (threads) in esecuzione sulle CPU Alpha virtuali. Con questa modalità di esecuzione, e possibile ottenere sui sistemi Intel  Xeon di ultima generazione performance paragonabili a quelle dei sistemi Alpha di fascia alta (ES, GS …).

I sistemi Alpha virtuali sono in grado di utilizzare in modo trasparente qualsiasi tecnologia disponibile al sistema ospite, come Ethernet a 10Gb e accesso a SAN con schede FC da 8Gb, anche se non supportate dai sistemi  Alpha originali.

I sistemi Charon-AXP sono riconosciuti e supportati da HP.

     CHARON-HPA

 

CHARON-HPA iè una soluzione software che crea un sistema virtuale HP 3000 in grado di eseguire una copia non modificata al100% di MPE/iX 7.5. Il sistema virtuale è installato su un sistema “Industry Standard” con una delle seguenti distribuzioni Linux: Fedora 20, Red Hat 7.0 ed Ubuntu 12.10 , anche in ambiente VMware.

Le applicazioni ed i dati possono quindi essere trasferite senza nessuna modifica in un ambiente allo stato dell’arte.

HP riconosce CHARON-HPA come una piattaforma valida per eseguire MPE, e CHARON-HPA è in grado di passare i test di certificazione dello MPE hardware originale.

     CHARON-PDP

 

Con l’utilizzo dei prodotti della famiglia Charon-PDP si possono realizzare sistemi PDP virtuali in ambienti “Industry Standard”.

Sono disponibili schede di interfaccia e conversione PCI/QBUS e PCI/UNIBUS, che permettono, con opportune configurazioni, la possibilità di continuare ad utilizzare schede custom sviluppate dai clienti per esigenze specifiche.

     CHARON-SSP

 

I prodotti Stromasys permettono di realizzare una virtualizzazione di sistemi SUN Sparc. In questo modo i cosiddetti sistemi “legacy” possono essere virtualizzati utilizzando sistemi moderni “industry standard”. Il sistema operativo Sun Solaris, il software di base e le applicazioni possono essere riposizionati sulla nuova piattaforma senza alcuna modifica. Il sistema host è una distribuzione Linux Standard (es: Red Hat, Fedora etc.) che può essere installata anche in un ambiente virtuale. La tecnologia Stromasys DIT (Dynamic Instruction Translation) permette di ottenere performance accettabili.

UNA SOLUZIONE INTEGRATA

Solve.It dispone di numerose risorse con certificazione STROMASYS, e dispone di Solution Architect e Project Manager in grado di proporre ed iplementare una soluzione integrata che oltre alla sola migrazione delle macchine legacy consideri anche il possibile consolidamento delle macchine virtuali su un numero ridotto di Host fisici.

Solve.It è in grado di integrare i prodotti Stromasys con le tecnologie di Storage e di Backup standard, permettendo di utilizzare sistemi di backup Standard  non disponibili su versioni datate di sistema operativo VMS o Unix. E’ possibile realizzare soluzioni in ambito Disaster Recovery anche per i VAX e gli Alpha virtuali.

Solve.It realizza per i propri clienti progetti in modalità “turn key” (a corpo), che comprendono tutti gli aspetti del progetto, dall’assessment iniziale alla fornitura dell’hardware e delle licenze software, fino al training del personale del cliente ed al presidio all’avviamento in produzione del nuovo sistema.